A MANI LIBERE – LA PITTURA COLLETTIVA CHE MUOVE LE ACQUE


A MANI LIBERE – LA PITTURA COLLETTIVA CHE MUOVE LE ACQUE

“Il coraggio che muove le acque”. Un invito a scendere in campo, ad infrangere i muri dell’isolamento personale, per avvicinarsi alla città ideale. La frase, dal sapore di legalità, campeggerà sotto il volto stilizzato di Isabella d’Aragona, che spiccherà sul balcone di Pinuccio Fazio, nella città vecchia. Con questa tela di pittura collettiva che dà il titolo alla mostra, avrà inizio il percorso espositivo di arti visive sui balconi. Un esperimento di arte pubblica partecipata che darà luce alla galleria a cielo aperto “A Mani Libere”.

In città le Reti Civiche Urbane stanno muovendo idee, persone, aspirazioni, potemmo dire: stanno muovendo le acque. Nell’ambito della rete civica Murat- San Nicola, la casa atelier MALTA DI GERIS ha promosso la Bottega d’arte itinerante “A MANI LIBERE”. Un’azione di arte collettiva che si è sviluppata sul territorio dei due quartieri. Il laboratorio creativo allestito fra i vicoli e le piazze ha coinvolto residenti e visitatori di ogni fascia di età.
Quindici azioni creative messe in atto da metà giugno a metà luglio, sei piazze coinvolte fra città vecchia e murattiano, sette dipinti collettivi ispirati al tema dell’acqua, tanto caro ad Isabella d’Aragona ed a sua figlia Bona Sforza. Ed inoltre sono state gettate le basi per la realizzazione di una grande scultura collettiva dal titolo “Generazioni”.


Il tema che la RCU Murat- San Nicola ha scelto quale filo rosso per legare in buona parte le attività della propria rete, si rifà alla visione della “Città ideale” immaginata da isabella d’Aragona nel 1500. In questo solco, la bottega d’arte itinerante, col suo andare e creare, è divenuta una galleria a cielo aperto. Lungo la via si sono incrociate passioni e competenze di anonimi cittadini che prontamente sono state valorizzate, ingrandendo cosi questa rete di persone. La partecipazione attiva di bambini, preadolescenti, universitari, adulti ed anche qualche turista ha animato la bottega d’arte itinerante guidata dall’artista Maria Pierno, conosciuta per l’invenzione della Malta di Geris e che da un paio di anni si dedica alle performance di arte collettiva: coinvolge gli abitanti dei luoghi dove si ferma con la sua bottega itinerante, il telo si dispiega e subito parte una pennellata dopo l’altra, là dove uno comincia l’altro continua e l’opera cresce. Un benessere immediato si legge sui volti dei partecipanti e l’ospitalità degli abitanti non si fa attendere: un bicchier d’acqua fresca, un caffè, il racconto di storie e ricordi dei luoghi.
Tutto ciò si potrà ammirare nei dipinti collettivi realizzati dai cittadini e nel reportage fotografico curato da Giuseppe Tedesco, passeggiando fra i vicoli della città vecchia. Gli abitanti di Strada Filioli, la via nota per la presenza dell’arco dei Meravigli, metteranno a disposizione i loro balconi per dare vita alla galleria d’arte a cielo aperto “A MANI LIBERE” e lo faranno grazie al loro grande cuore libero. Il percorso espositivo inizierà dal balcone di Casa Fazio, con Pinuccio sempre attento alle attività culturali del territorio, passando per la loggia del palazzo dei Meravigli, grazie alla gentile disponibilità del giovane proprietario Nicola Giardino e si concluderà fra i balconi e le porte aperte dell’intera via.


Esposizione dal 22 al 28 luglio, Strada Filioli, in tutte le ore del giorno e della notte. Nella serata del giorno 22 assisteremo inoltre ad una perfomance musicale che animerà il balcone dei Meravigli e l’androne di uno dei portoni aperti di strada Filioli, a cura di Alnour per la RCU Murat-San Nicola.




Categorie:

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...