CHIARA FICI INTERVISTA CRESCENZA CARADONNA


CHIARA FICI INTERVISTA CRESCENZA CARADONNA


Chiara Fici Freelance Journalist presso Globus Magazine and Globus Radio Station


Tenace e preparata Crescenza Caradonna detta Cresy è un vulcano di idee. Ci potrebbe raccontare come è nata la sua passione per il giornalismo?

La mia passione per la comunicazione ha radici lontane subito dopo la maturità quando mi iscrissi ad un corso di pubbliche relazioni e comunicazioni della mia città, lì è nata in me la voglia di relazionarmi con un pubblico ampio che avesse sempre a disposizione notizie ed informazioni non solo leggendo quotidiani cartacei ma digitali sempre a portata di mano come è nel caso di cellulari e tablet, poi mi venne data la possibilità di entrare a far parte di una redazione di un giornale online molto noto del centro- sud nel quale ho lavorato per più di un anno pubblicando articoli giornalmente di vario genere e suggerendo all’editore di confezionarmi due rubriche ad hoc per me come PRIMA PAGINA QUOTIDIANA e IL BUONGIORNO, ma come succede tutte le belle collaborazioni hanno un inizio ed una fine così decisi di fondare ed amministrare nel 2016 un giornale online dal titolo “PUGLIA D’AMARE QUOTIDIANO D’INFORMAZIONE” che ad oggi è molto seguito sia a livello nazionale che estero.

Ci parli del suo excursus professionale: cosa mette al primo posto nella sua vita?

Vivo e lavoro a Bari, mia città natale, ho viaggiato molto ma la mia terra mi ha richiamato a sè tra i miei diletti c’è quello di scrivere che m’accompagna da diversi anni. Sono curatrice di eventi culturali, continuando a farlo con passione tra pittura, poesia e musica, sono impegnata nel sociale, ultimo il progetto a sostegno del bambino pugliese autistico Gabriele, del quale curo la parte progettuale dalla comunicazione sui social alla grafica e con il giornalista-divulgatore della cultura femminile Luciano Anelli, sostengo il suo  progetto ‘No violenza sulle donne’ promuovendolo nelle radio, nelle scuole e negli eventi attraverso un video-spot pubblicato su Youtube dove 150 donne e uomini compresa me, hanno messo la faccia segnandosi la guancia del proprio viso con un segno rosso per dire no alla violenza di genere.
La mia vita professionale è dedita alla letteratura e alla poesia, curiosa tra le righe dei fatti, l’informazione è al primo posto tra i miei interessi, amo l’arte in tutte le sue sfaccettature e ho pubblicato 12 libri cartacei e due e-book (classificandomi prima in vari concorsi letterari) che spaziano dalla poesia, a racconti contemporanei e di cronaca oltre numerose poesie, haiku e racconti pubblicati in 47 libri di autore a carattere collettivo

“La casa delle arance” è il suo ultimo libro; un titolo molto significativo ed il sottotitolo non è da meno; storie di magie, credenze spiriti sogni. Che messaggi vuole comunicare ai lettori?

“La casa delle arance” è il mio ultimo libro che parla di credenze popolari, di spiriti della casa, di gnomi e folletti racconti immaginari o veri come la tagliatrice di vermi, una mia zia dell’infanzia che riemerge dalla memoria, ma anche di un mondo fantasy, tutti gli episodi narrati nel mio piccolo libro, così mi piace definirlo, sono accomunati da due parole ‘terra e ‘amore’ come un sottile filo invisibile che li congiunge dove il sogno è speranza di vita e messaggio comunicativo, il titolo è ispirato proprio all’episodio della tagliatrice dei vermi in quanto, la casa dove si svolge l’episodio narrato, era sempre inondata da un dolce profumo d’arance siciliane comunque mediterranee del nostro bellissimo sud, ma non posso svelarvi tutto bisogna comprare il libro che è prenotabile su tutti gli store on line del web.

Dove si svolge la  storia del suo libro ?

Le storie si svolgono nei luoghi della mia infanzia che poi sono comuni a tutti come il personaggio denominato “IL FANTASMA FORMAGGINO”, che tutti da bambini abbiamo avuto come compagno invisibile dei nostri giochi infantili, e poi sono citate vere testimonianze tra sortilegi, misteri  e credenze accadute nella realtà, ed ancora la storia de “IL TAGLIO DEI VERMI” una mia zia addetta a questa usanza, tutto concentrato in cinquanta pagine da leggere tutte d’un fiato: certamente non c’è il tempo per annoiarsi!

PUGLIA D’AMARE è il giornale che dirige. Da quanto tempo esiste tale giornale on line e se le è capitato almeno un episodio da ricordare in modo particolare.

Dirigo “PUGLIA D’AMARE QUOTIDIANO D’INFORMAZIONE” Regionale Nazionale Estera dal 2016, dopo aver fondato numerosi siti web di letteratura e poesia ancora consultabili su internet e aggiornati giornalmente, per un’esigenza mia personale di voler divulgare ad un sempre più ampio pubblico di lettori informazione, eventi, cultura, arte e letteratura con un semplice click da qualsiasi computer o attraverso cellulari e tablet.
Episodi particolari non esistono ma mi piace ricordare come le competenze nel campo dell’arte e cultura  mi hanno permesso di ospitare artisti internazionali sia del campo dell’arte che della letteratura, cosa di cui ne vado fiera, mi piace nominare, in senso generale anche  i numerosi redattori che fanno parte del giornale on-line che con i loro articoli contribuiscono al successo della testata che non ha carattere ne politico ne economico ma è libero sia nelle idee che nei contenuti pubblicati.

Come si definirebbe più una scrittrice o più una reporter?

Scrivere è l’aria che respiro che siano poesie, racconti o haiku ma scrivere di cronaca, ingiustizie, eventi, arte, poesia, letteratura ecc. mi è congeniale e naturale farlo, per questo non riesco a darmi una definizione ben precisa.
Che consigli darebbe ad una giovane scrittrice? 

Le direi in primis di completare gli studi sempre e comunque e poi di scavare nel profondo del suo cuore e chiedersi se è proprio la scrittura la sua vera passione ed inclinazione se la risposta fosse positiva che non lesini mai forze ed energie per il raggiungimento del suo obiettivo.

Un augurio per la sua terra  

Un augurio?
Domanda difficile ma semplice allo stesso tempo perché la terra si ama a prescindere, le radici sono sempre lì dove ti porta il tuo cuore dove è la tua terra, alla quale auguro che diventi sempre più PONTE di civiltà e tradizioni tra oriente e occidente.

Chiara Fici
Intervista Pubblicata anche su:


http://www.globusmagazine.it/la-casa-delle-arance-libro-della-giornalista-crescenza-caradonna/?fbclid=IwAR30GmznHmjdt1qFV2xPow73BwILdOZcwICK5K0L7DLTPQP58w1OI66tBdk#.XSxMmXuxUdW

GLOBUS Magazine logo
Crescenza Caradonnna
RINGRAZIO CHIARA FICI PER L’INTERVSTA
DOVE PUOI PRENOTARE IL LIBRO:
“LA CASA DELLE ARANCE

https://www.mondadoristore.it/casa-arance-Storie-spiriti-Crescenza-Caradonna/eai978883162406/

 PAGINA AUTRICE:

I LIBRI DI CRESCENZA CARADONNA

https://www.mondadoristore.it/search/?g=Crescenza+Caradonna&crc=100&bld=15&swe=N&escal=S&accum=N

PER PUBBLICITA’
Categorie:

Un commento

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...