RICORDIAMO L’ANNIVERSARIO DELLA MORTE DI ANTONIO DE CURTIS IN ARTE “Totò” 15 APRILE 1967


14731122_1441436249217284_1607869435088552785_n

Puglia da amare Quotidiano d’informazione a cura di16681820_1573168952710679_5371882848238059977_nCrescenza Caradonna


RICORDIAMO L’ANNIVERSARIO DELLA MORTE DI ANTONIO DE CURTIS IN ARTE “Totò”
15 APRILE 1967

Totò è nato Antonio Clemente il 15 febbraio 1898, nel Rione Sanità , un quartiere povero di Napoli , il figlio illegittimo di Anna Clemente dalla Sicilia e marchese Giuseppe De Curtis da Napoli.

Il padre non ha legalmente riconoscerlo fino al 1937. Ha quindi rammaricato crescere senza un padre che, all’età di 35 anni, è riuscito ad avere il marchese Francesco Maria Gagliardi Focas lo adotta in cambio di un vitalizio .

Di conseguenza, quando il marchese de Curtis lo riconobbe, Totò era diventato un erede di due famiglie nobili, quindi sostenendo una sfilza impressionante di titoli.

Nel 1946, quando la Consulta Araldica – l’organo che ha consigliato il Regno d’Italia in materia di nobiltà operazioni -ceased, il Tribunale di Napoli ha riconosciuto i suoi numerosi titoli, così il suo nome completo è stato cambiato da Antonio Clemente a Antonio Griffo Focas Flavio Ducas Comneno Gagliardi de Curtis di Bisanzio , sua Altezza Imperiale, Conte Palatino, Cavaliere del Sacro Romano Impero , esarca di Ravenna , duca di Macedonia e Illiria , principe di Costantinopoli , Cilicia , Tessaglia , Pontus , Moldavia , Dardania , Peloponneso , conte di Cipro e di Epiro , il conte e duca di Drivasto e Durazzo . Per chi è nato e cresciuto in uno dei più poveri quartieri napoletani questo deve essere stato un bel risultato, ma nel rivendicare i titoli (nel momento in cui era diventato privo di significato) il comico li prese in giro anche per la loro inutilità intrinseca. Infatti, quando non stava usando il suo nome d’arte “Totò”, ha per lo più riferimento a se stesso semplicemente come “Antonio De Curtis”.

La madre di Totò lo voleva diventare sacerdote, ma già nel 1913, all’età di 15 anni, stava già agendo come un comico in piccoli teatri, sotto lo pseudonimo di “Clerment”. Il suo repertorio all’inizio principalmente consisteva nel imitazioni di Gustavo De Marco personaggi nelle sedi minori dove si è esibito, Totò ha avuto la possibilità di incontrare artisti famosi come Eduardo e Peppino De Filippo . Ha servito nell’esercito durante la prima guerra mondiale e poi tornò a recitare. Ha imparato l’arte del Guitti , i comici napoletani senza script, eredi della tradizione della Commedia dell’Arte , e ha iniziato a sviluppare i marchi di fabbrica del suo stile, tra cui un pupazzo simile, mimica disarticolata, sottolineato le espressioni facciali, e un estremo, a volte surreale.

Totò, pseudonimo di Antonio Griffo Focas Flavio Angelo Ducas Comneno Porfiro-genito Gagliardi de Curtis di Bisanzio (brevemente Antonio de Curtis) (Napoli, 15 febbraio 1898 – Roma, 15 aprile 1967), è stato un artista italiano.

Attore simbolo dello spettacolo comico in Italia, soprannominato «il principe della risata», è considerato, anche in virtù di alcuni ruoli drammatici, uno dei maggiori interpreti nella storia del teatro e del cinema italiani. Si distinse anche al di fuori della recitazione, lasciando contributi come drammaturgo, poeta, paroliere, cantante.


SPONSOR di

14962659_1453951154632460_4213684562502786162_n1

LA BOTTEGA DEI PAPI

Una galleria d’arte che accoglie artisti italiani e stranieri e che realizza oggetti dal design unico e raffinato in perfetta sintonia tra artigianato e nuove tendenze.

1743534_713677985329732_1262948995_n

Via Arcidiacono Giovanni, 50/52
70124 -BARI-
INFO/CONTATTI  080 561 4396


Advertisements

One thought on “RICORDIAMO L’ANNIVERSARIO DELLA MORTE DI ANTONIO DE CURTIS IN ARTE “Totò” 15 APRILE 1967

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...