IL BUONGIORNO_di Crescenza Caradonna

14731122_1441436249217284_1607869435088552785_n

Puglia da amare Quotidiano d’informazione  di Crescenza Caradonna


16681820_1573168952710679_5371882848238059977_n
        IL BUONGIORNO di Crescenza Caradonna   Venerdì,24 Febbraio 2017

 

“Non bocciate alle elementari”

L’appello online alla ministra

Cara ministra, ci ripensi. E quando dovrà dare il via libera definitivo alle deleghe della buona scuola reintroduca il no alla bocciatura nella scuola primaria.

L’appello che da tre giorni è sul sito specializzato change.org ha già raccolto quasi mille firme. A rivolgersi alla ministra Valeria Fedeli è un gruppo variegato per provenienza di professori, esperti e pedagogisti che si ritrovano sullo stesso concetto: bocciare alle elementari, in una fase di sviluppo e crescita così delicato, non solo non serve – e lo dimostrano decine di studi ormai, ma è anche discriminatorio. Sembrava nei mesi scorsi e con il precedente governo, che ministero e maggioranza parlamentare fossero d’accordo su questo punto della complessa impalcatura delle nove deleghe della legge 107. Ma il testo è stato cambiato all’ultimo, con tanto di discussione in consiglio dei ministri, e ora è rimasta la possibilità di bocciare in casi eccezionali.

La notizia è da evidenziare basta bocciature alle elementari oggi non hanno più senso i bambini vanno tutelati, difesi incoraggiati aiutati non certo puniti con tali provvedimenti che portano solo i piccoli scolari a perdere l’autostima necessaria per fare di loro delle future persone in grado di affrontare la vita con grinta e senza paura alcuna.

Nella mia video/diretta di oggi, del quale ne ho postato il filmato, se seppur girato, ne sono consapevole in modo semplice ed in autonomia, parlo del femminicidio rivolgendomi a tutte le donne che in questo momento subiscono soprusi, minacce e violenze di vario genere dal compagno, marito, fidanzato a reagire come? Semplicemente denunciando! Questa è la parola chiave non bisogna averne paura è l’unica arma che può fermare questi individui a porre fine alle loro angherie domestiche che si ripercuotono su tutto il nucleo famigliare del quale è composto. Ecco che i bambini entrano nel problema in quanto vittime e testimoni inconsapevoli della quotidianità nella quale vivono subendone tutte le conseguenze sia psicologiche che in alcuni casi anche fisiche. Allora vogliamo aspettare che scappi l’ennesimo morto? Certo che ciò non sarebbe auspicabile quindi DENUNCIATE è questo il mio APPELLO, fatelo in primis per voi, ma anche per chi fa parte del vostro mondo figli, genitori, parenti che non abbiano a spargere lacrime amare su fiori bianchi di una bara nuda d’amore.@

di  Crescenza Caradonna

#scuola #informazioni #pugliadaamareonline

 


#pugliadaaamare #videodiretta #poesia #libri #puglia

24 Febbraio Venerdì 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA14731122_1441436249217284_1607869435088552785_n

Annunci

One thought on “IL BUONGIORNO_di Crescenza Caradonna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...