ULTIMA ORA



14731122_1441436249217284_1607869435088552785_n


ULTIMA ORA

Immagine correlata

Inps: da febbraio 2017 pensioni pagate primo giorno bancabile
A gennaio il pagamento è previsto per domani per Poste e banche

Nel 2017 tutte le prestazioni pensionistiche saranno pagate il 1° giorno bancabile del mese, con la sola eccezione della rata di gennaio, il cui pagamento è stabilito al 2° giorno bancabile del mese (e quindi domani). Lo comunica l’Inps con una nota spiegando che il Decreto Milleproroghe, firmato dal Presidente Mattarella lo scorso 31 dicembre, ha modificato l’articolo 6 del decreto legge 65/2015, convertito con legge 109/2015, che ha unificato le date di pagamento delle prestazioni Inps, Inpdap ed Enpals. “In base a tale modifica, fortemente richiesta dall’Inps – sottolinea l’Istituto – viene ripristinato per l’anno 2017 il pagamento al primo giorno bancabile del mese, con l’unica eccezione per la rata di gennaio”. A febbraio e marzo le pensioni saranno pagate il primo del mese mentre ad aprile le poste pagheranno il primo (è un sabato) e le banche il 3. A maggio le pensioni saranno pagate il due mentre a giugno saranno pagate il primo del mese. A luglio le Poste pagheranno il primo del mese e le banche il 3 mentre ad agosto e settembre la rata arriverà sui conti il primo del mese. A ottobre e novembre le pensioni saranno pagate il due del mese sia dalle Poste che dalle banche mentre a dicembre si potrà riscuotere l’assegno il primo sia dalle banche che dalle Poste.

I pensionati italiani rischiano di dover restituire allo Stato da febbraio lo 0,1% dell’importo ricevuto nel 2015, ovvero la differenza tra l’inflazione programmata e quella effettiva su cui è stato calcolato l’adeguamento al costo della vita delle pensioni. Lo denuncia lo Spi-Cgil, rilevando come nel decreto Milleproroghe di fine anno non ci sia stato l’intervento con cui si doveva risolvere la questione. In questo modo – dice il sindacato dei pensionati della Cgil – tutte le pensioni avranno una perdita di valore. Nel caso di una pensione al minimo la perdita sarà di 6,50 euro all’anno e di 13 euro per una da 1.000 euro. “Cifre – precisa – che possono sembrare di poco conto ma che incidono in particolare sulle pensioni basse”. Lo scorso anno il governo intervenne rimandando questa restituzione a quando l’economia fosse effettivamente in ripresa neutralizzandone così gli effetti negativi. Anche quest’anno il governo si era reso disponibile ad intraprendere la stessa strada ma per ora non lo ha fatto. Chiediamo al ministro Poletti – conclude il sindacato – di intervenire urgentemente per evitare che si penalizzino ancora una volta milioni di pensionati italiani”.
-NOTIZIA ANSA-

Borsa Milano chiude in rialzo, +1,73%
Indice principali titoli di Piazza Affari a 19.566 punti

M5s: Sul blog di Beppe Grillo. Codice per gli indagati. ‘No a sanzioni automatiche’
Codice di comportamento M5s pubblicato questa mattina

Spara con pistola in festa capodanno in piazza blindata
È caccia ad uomo con pistola ripreso da tv in centro a Palermo

Meningite, morto 50enne a Roma
Malattia dovuta a pneumococco, non contagiosa. Era gravissimo

Meteo: La Befana porterà gelo e neve anche in Italia
Risultati immagini per Befana
Venti con raffiche di 100 km e mari mossi nei prossimi giorni, intanto l’Europa è sottozero.


Clochard trovato morto in centro Bari
Probabile causa il freddo, corpo rinvenuto da alcuni passanti

Un clochard è stato rinvenuto, senza vita, da alcuni passanti nella centralissima piazza Cesare Battisti nei pressi della sede dell’ateneo di Bari. L’uomo, forse deceduto a causa del freddo, era senza documenti addosso e non è stato ancora identificato. Sul posto è intervenuto personale del 118 e della sezione Volanti della polizia di Stato.

Sgominata banda rapine Taranto-Brindisi
Arrestate sei persone, contestato anche reato associativo

Bari – Marò: Latorre, dimostreremo innocenza
‘Tengo piedi per terra, pronto anche a situazione negativa’


14731122_1441436249217284_1607869435088552785_nLa Redazione

Annunci

One thought on “ULTIMA ORA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...